Latest on the Blog





La settimana della moda milanese si è conclusa da poco.
Io non ho potuto partecipare personalmente ma ho seguito molte sfilate direttamente dal mio pc; proverò a ripercorrere con voi le collezioni che mi hanno colpito di più, cercando di delineare i must have della spring/summer 2016.



GUCCI: Tailleur che si alternano ad abiti a fiori dalle lunghe gonne gipsy, mini tuniche con ricami trompe l’oeil, camicie con maxi fiocco e biker jacket con borchie. 

Accessori come le t-shoes dal tacco vertiginoso, mocassini dalla doppia G, slipper gioiello, borse a mano dal sapore vintage. Un viaggio tra passato e futuro, senza mai tralasciare l'eleganza contemporanea.







ALBERTA FERRETTIIl senso della natura è ovunque, dai vestiti di suede, alle lunghe sahariane, alle tuniche che mescolano seta e crochet. 
Estremamente raffinati e romantici gli abiti in impalpababile chiffon mixato con altre stoffe, intrecciato o annodato.






FENDI: Trionfa la sartorialità, l'artigianalità e la vena creativa e ricercata che contraddistingue la maison. La pelliccia rimane protagonista: in visone rasato o jacquard a motivo intrecciato. 
I fiori, invece, sono il filo conduttore dell'intera collezione: ricamati, applicati, ad intarsio o lussuoso dettaglio.






MOSCHINO: “Clothed For Construction”, questo il nome della collezione, comprende una rivisitazione dei segnali stradali, degli arnesi da carpentieri, dei simboli del car wash. 
Caschetti che diventano cappellini anche bon ton, cartelli stradali che si trasformano in borse, spazzole per il lavaggio auto che diventano frange sugli abiti, abiti Cadillac in colori sorbetto con gli abbaglianti.






VERSACE: Una collezione pensata per una moderna viaggiatrice metropolitana. Dominano i colori del safari, verde e kaki, che si confondono con la nuova stampa aninalier (un mix di tante stampe diverse: tigre, leopardo, zebra e camouflage).
E poi l'amato nero in versione business per i completi con caban e gonna lunga e in versione sexy per gli abiti lunghi.






ROBERTO CAVALLI: Una collezione interamente dedicata alla femminilità, sensualità e coolness. Giorno e sera, decoro e rigore, grazia e sfrontatezza in un mix and match che sicuramente piacerà molto.







DSQUARED2: Sfilano mini abiti aderenti in strisce multicolor che sembrano mute da sub in versione sexy, canotte in paillettes e maglie di metallo, vestiti asimmetrici con top tempestati di cristalli.
Non mancano i capi iconici del brand come la giacca sartoriale, le tute tattoo indossate con il bustier carne, le pellicce fluo e i sandali vertiginosi.







DOLCE&GABBANA: Il set di Stefano e Domenico è la ricostruzione della "bella Italia" turistica. 
Lo show intitolato "Italia is love" è stato dedicato allo stivale più amato del mondo. 
Freschi caftani di seta, gonne ampie, lunghi abiti, accessori... tutti caratterizzati dalla presenza del tocco italiano: decorazioni, ricami, stampe che richiamano le località più belle d'Italia (da Portofino a Capri, da Roma a Pisa, da Amalfi a Palermo, ...).
Righe che si alternano a fiori in un mix di colori vivaci.






GIORGIO ARMANI: Femminilità allo stato puro, collezione ricca di decori e ricami. 
Giacche micro, mini dress, shorts che mostrano le gambe. 
Corto anche per la sera: bustier in cristalli, top trattenuti da corde gioiello, gonne in organza e lunghi abiti tempestati di perline colorate.





Share it: